Il bouquet non è un semplice mazzo di fiori, ma una creazione fatta di equilibri e proporzioni in cui nulla deve essere lasciato al caso.
Non è un centrotavola da portare in mano e non deve essere coordinato al resto dei decori, solo allo stile di chi lo ” indossa “.
Qualunque sia la stagione,qualunque sia il tono della cerimonia, l’importante è che ciascuno stelo porti a termine il suo compito, ovvero giungere al fatidico lancio come fosse stato appena colto.
Le possibilità sono infinite, a cascata ,a fascio ideale sia per una festa in campagna sia in città,monofiore, rotondo da abbinare anche a un abito corto, con gambi nudi o gambi vestiti…
Il bouquet va portato con disinvoltura all’altezza del punto vita non bisogna alzarlo o muoverlo troppo.
Deve armonizzarsi con il corpo e l’abito, va impugnato rigorosamente con la mano sinistra o, in caso di bouquet a fascio appoggiato delicatamente sul braccio.
Abbiate cura di privilegiare fiori di stagione, mai colorati artificialmente , perchè potrebbero macchiare il vestito.