Avete deciso di intraprendere il grande passo? Ecco, allora sappiate che oltre organizzare un’infinità di cose, dovrete fare i conti con la miriade di usanze e tradizioni legate al matrimonio, indipendentemente dalla regione o città in cui vivete. E se per caso a voi queste cose non interessano state pur certe che la vostre zie, nonne, future suocere, amiche si mobiliteranno per voi…

Le 5 cose che portano bene

Prima di tutto ecco le cose che non possono mancare ad una sposa, anche quella più moderna e meno legata alle superstizioni, 5 cose che sanno tutti e che si devono indossare.

una cosa nuova: simboleggia la nuova vita che sta per iniziare, tutte le nuove sfide che questa porterà con sé (un capo di biancheria intima o l’abito stesso).
una cosa vecchia: simboleggia il passato, che si lascia alle spalle .La sposa deve portare con sé un oggetto proprio del passato per non dimenticare l’importanza del passato nel nuovo cammino che si va ad intraprendere (un fermaglio per capelli ad un gioiello).
una cosa prestata: simboleggia l ‘affetto delle persone care che rimangono vicine in questo passaggio dal vecchio al nuovo, una persona cara a prestare quest’oggetto.
una cosa regalata: simboleggia l’affetto delle persone care.
una cosa blu: simbolo di sincerità e purezza da parte della sposa ,anticamente era il colore dell’ abito della sposa. Oggi molto usata è la giarrettiera decorata con un nastrino blu.

Oltre alla tradizione legata puramente alla sposa sono mille le usanze che si tramandano da generazioni come buon auspicio alla nuova famiglia che sta formarsi…

Il Bouquet lo deve comprare lo sposo

Secondo la tradizione il bouquet e l’ultimo omaggio dello sposo per la sposa in qualità di fidanzato. Lo sposo lo deve comprare, anche se a sceglierlo è la sposa, questo perché il bouquet dovrà armonizzarsi con l’abito.

Lo sposo dovrà far recapitare il mattino del giorno del matrimonio a casa della sposa e alla fine della cerimonia, come tutti sanno, la sposa lancia il suo bouquet di fiori verso un gruppo di donne nubili, che competono per afferrarlo; secondo la tradizione la donna che prende il bouquet avrà la fortuna di essere la prossima a sposarsi.

Perché si usano i confetti?

Il confetto dovrebbe essere morbido e preferibilmente alla mandorla; nelle bomboniere e nei sacchetti ne vanno messi un numero dispari, indivisibile come dovrebbe essere il matrimonio e precisamente 5 come le qualità che non dovrebbero mai mancare nella vita degli sposi, ovvero salute, ricchezza, felicità, lunga vita, fertilità e spiritualità. La tradizione prevede che gli sposi girino tra i tavoli dopo il taglio della torta, lo sposo reggerà un vassoio d’argento con i confetti, mentre la sposa li servirà, sempre in numero dispari, agli invitati con un cucchiaio d’argento

La Giarrettiera

Di colore bianca e blu, solitamente la giarrettiera indica la purezza della futura sposa. La scelta della stessa deve essere molto accurata poiché la giarrettiera deve essere anche molto discreta. Chi la indossa è di solito una persona molto superstiziosa, ed è questo un rituale che si consuma in concomitanza con il lancio del bouquet. La donna che prenderà il bouquet si sposerà entro l’anno, lo stesso vale per l’uomo che prenderà la giarrettiera.

La storia di questo oggetto cult per tutte le spose nasce da una antica tradizione che la vedeva in passato legata ad un unico obiettivo ossia quello di sostenere le calze, senza contare che a suo tempo era un semplice laccio. Solo con il passare degli anni si è iniziata ad impreziosirla con pizzi, ricami, pailette, pietre preziose… e fu così che le venne associato un significato ed un potere speciale.

Il letto degli sposi

Viene preparato la sera prima del matrimonio da due ragazze nubili in segno di purezza.

Il galateo del matrimonio

Secondo il galateo del matrimonio alla famiglia della sposa spettano:

  • spese per la stampa e la spedizione di inviti e partecipazioni;
  • bomboniere e confetti;
  • acquisto dell’abito da sposa;
  • acquisto del corredo;
  • spese della cerimonia, comprensive dell’addobbo floreale;
  • offerta per la Chiesa;
  • abiti delle damigelle e dei paggetti;
  • mezzi di trasporto per la sposa e per il suo seguito;
  • spese per il ricevimento;
  • l’intrattenimento musicale;
  • il servizio fotografico;
  • acquisto dei mobili della camera da letto, escluso il materasso.

Mentre alla famiglia dello sposo spettano:

  • acquisto della casa per gli sposi;
  • arredamento della casa tranne la camera da letto;
  • materasso;
  • fedi nuziali;
  • bouquet della sposa;
  • fiori da portare all’occhiello sia per lo sposo che per i testimoni;
  • automobile per lo sposo e i suoi testimoni;
  • il viaggio di nozze, che negli ultimi tempi non viene più contemplato in quanto gli sposi usano farselo regalare da amici e parenti.

Credenze e superstizioni

Tra usanze e superstizioni in realtà non c’ molta differenza anche perché spesso le seconde vengono portate avanti appunto dalle credenze, in un divertente circolo di rituali da eseguire prima e dopo le nozze.

Prima del matrimonio:

  • la sposa non si deve guardare allo specchio con il vestito da cerimonia il giorno del matrimonio; si può fare ma togliendo una scarpa, un orecchino o un guanto,
  • porta sfortuna acquistare nello stesso momento l’anello di fidanzamento e le fedi nuziali,
  • è di cattivo augurio mettersi al dito la fede prima della celebrazione del matrimonio,
  • il velo indossato dalla sposa è considerato più fortunato se donato da una sposa felice,
  • lo sposo può offrire alla sposa alla fine del rito una spiga di grano, un gesto bene augurante che fa riferimento alla terra e alla fertilità.
  • gli sposi non si devono vedere prima dell’incontro in chiesa. Ma non solo: lo sposo non deve mai vedere il vestito della sposa se non al momento della cerimonia,vederlo prima porterebbe sfortuna
  • lo sposo già uscito di casa per recarsi in chiesa non deve tornare sui propri passi meglio avere un amico o un testimone vicino in quel giorno per aiutarvi nelle urgenze
  • non fate cadere le fedi in chiesa, se dovessero cadere andranno raccolte solo da chi celebra il rito.

Dopo la cerimonia:
una delle tradizioni molto comune è quella dell’uomo che porta in braccio la sposa oltre la soglia della loro casa primo ingresso. Questa tradizione ha origine da una credenza romana che fosse meglio per la moglie non inciampare entrando nella nuova casa.

Altre piccole superstizioni comunque arrivano già molto prima del fatidico giorno. Per esempio anche per scegliere il giorno delle nozze ci sono superstizioni. Un antico proverbio noto a tutti dice “Di Venere e di Marte né si sposa né si parte”, dunque vietato sposarsi o partire per un viaggio nei giorni di Martedì e Venerdì. Anche se poi la superstizione attribuisce al martedì abbondanza e ricchezza in famiglia se scelto come giorno del matrimonio.

Qui di seguito tutte le superstizioni attribuite ai giorni della settimana

  • il lunedì la tradizione indica che reca buona salute, essendo dedicato alla luna, astro e dea delle spose;
  • il martedì porta ricchezza sicura;
  • il mercoledì è assai propizio;
  • il giovedì reca dispiaceri alla sposa;
  • il venerdì dicono che porti disgrazia;
  • il sabato è considerato dalla superstizione popolare come il giorno più sfortunato in assoluto anche se e il giorno che la maggior parte delle coppie sceglie per sposarsi.

E ancora tutte le superstizioni attribuite al mese

  • gennaio: porta affetto, gentilezza a fedeltà;
  • febbraio: mese ideale per gli amori e gli accoppiamenti, si identifica come la migliore scelta possibile;
  • marzo: promette sia gioia;
  • aprile: porta soltanto gioie;
  • maggio: assolutamente nefasto;
  • giugno:avranno la fortuna di viaggiare molto, per terra e per mare, inoltre è questo il mese dedicato a Giunone, la dea che protegge l’amore e le nozze;
  • luglio: annuncia amore e passione;
  • agosto: assicura una vita ricca di cambiamenti;
  • settembre: porta agli sposi ricchezze e allegria;
  • ottobre: porta molto amore ma un po’ meno denaro;
  • novembre: con tristi giornate, promette invece gioia e felicità;
  • dicembre: la neve assicura alla coppia amore eterno.

Sapete che le Scuderie Odescalchi sono famose per organizzare dei meravigliosi ricevimenti di nozze nella stagione fredda? Scopri di più sul matrimonio d’inverno

E poi ancora…

  • “sposa bagnata, sposa fortunata” può sembrare solo una consolazione per gli sposi che non hanno avuto il sole dalla loro parte, però la pioggia simboleggia la fortuna e l’abbondanza che cade generosa sulla coppia;
  • il suono del clacson del “corteo nuziale” deriva dalla convinzione che cosi facendo si mettono in fuga gli spiriti cattivi anche se non è un’usanza particolarmente raffinata